Tre richieste per gestire l’Ostello del Mingardo

Dettagli della notizia

Tre società si contendono la gestione dell'Ostello del Mingardo nel Cilento. Il Comune di Celle di Bulgheria spera di attrarre più turisti e promuovere l'occupazione locale.

Data:

16 Gennaio 2017

Tempo di lettura:

Descrizione

Sono tre le richieste per gestire l’Ostello del Mingardo. Lo scorso anno, il Parco Nazionale del Cilento, aveva pubblicato un avviso pubblico finalizzato ad affidare la struttura ai privati. Questo ha portato all’interesse di ben tre società: la cooperativa “Sociale” di Salerno, l’“Archeo Trekking” di Ascea e “Le cannicelle snc” di Salerno.

La struttura sorge a pochi passi dalla stazione ferroviaria ed è di proprietà del comune di Celle di Bulgheria che condivide in parte i beni ed accessori con il Parco Nazionale. Al suo interno si possono trovare 24 camere con bagno, area reception, cucina, una elegante saletta ristorante, ma anche terrazzi e solarium. All’esterno, invece, vi è un campo da tennis, un campo da bocce, area parcheggio e un vasto giardino.

«L’interessamento di ben tre società – si evince dalle dichiarazioni del primo cittadino Gino Marotta – lascia ben sperare. Con l’apertura dell’Ostello arriveranno finalmente flussi turistici anche a Celle di Bulgheria e non solo nelle località marittime del basso Cilento. Un’occasione unica per il nostro Comune. La struttura è situata in un posto strategico e ben collegato: a due passi dal monte Bulgheria e a pochi chilometri dal mare. Siamo certi che in questo modo incrementeremo notevolmente le presenze nel nostro Comune, favorendo l’occupazione dei nostri giovani».

Ultimo aggiornamento: 20/09/2023, 10:22

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri